Il giro delle miniere

Testimonial Claudio Chiappucci 2018

Anche quest’anno “El Diablo” sarà il testimonial del Giro delle Miniere! Dopo la grande accoglienza dello scorso anno anche nel 2018 Claudio Chiappucci arricchirà con la sua presenza la 19° edizione della più importante gara ciclistica dilettantistica della Sardegna.

Varesino di Uboldo, classe 1963, Claudio Chiappucci ha attraversato il ciclismo negli anni Novanta, con tutta la sua irruenza e la sua simpatia, vincendo oltre 50 corse in tutto il mondo, vestendo maglie prestigiose nelle grandi corse a tappe; tra il 1982 e il 1994, “El Diablo” ha vinto di tutto, dal Campionato Italiano dell’82 alla maglia gialla del Tour indossata tante volte, come quella a pois biancorossa, del miglior scalatore.

Chiappucci ha anche conquistato la medaglia di argento ai Mondiali del 1994, ma ha saputo imporsi in tante Nazioni diverse, dalla Francia al Belgio, alla Spagna, fino al Giappone e nelle tappe più pesanti del Giro e del Tour. E’ stato l’ultimo ciclista italiano ad alimentare al massimo la passione della gente, con il dualismo verso un rivale, come avevano fatto Coppi, Bartali, Gimondi, Merckx, Moser, Saronni, Chiappucci contro Bugno, resta ad oggi, l’ultimo duello di questo sport.

Chiappucci è stato azzurro, sia su strada che nel ciclocross, come il sardo Aru.

A lui, i francesi che lo apprezzarono tantissimo nei Tour in cui è salito sul podio tante volte, dedicano ogni anno una Gran Fondo e così Claudio Chiappucci rimane l’Unico ciclista italiano con una corsa a suo nome, ma all’estero.

Oggi, con un ciclismo estremamente tecnologico, il suo vecchio direttore, Boifava, che lo ebbe in squadra con Pantani, si sbilancia e dice che “Claudio rappresenta nel ciclismo, la stessa fantasia di MESSI nel calcio”.

Solo con la fantasia e con la forza agonistica, avrebbe potuto vincere la Sanremo del 25 marzo 1991, attaccando a 50 km dalla fine della Classicissima; lo stesso spirito dei tapponi di Corvara e Sestriere.

Oggi, Chiappucci si dedica a promuovere eventi importanti come la sua Gara in Francia, oltre al Giro delle Minierei di Iglesias, oltre ad insegnare ciclismo ai ragazzi.

 

Nicola Carlone
Telecronista

Post a Comment